segreteria@fondazionesdgm.it
Seguici sui social:

News & Eventi

Le news e gli eventi della Fondazione San Giacomo della Marca

Springsteen secondo Diego

20 Marzo 2017

Ieri pomeriggio si è tenuto l’aperitivo della Fondazione San Giacomo della Marca su Bruce Springsteen. Nei miei anni di Liceo ero rimasto colpito dal fenomeno della tragedia greca in cui non si assisteva ad una esibizione, ma ad un rito che durava anche molte ore in cui il popolo era un attore in qualche modo protagonista andando ad affrontare il tema dell’uomo e del mito. Lo scorso mese di luglio ho avuto modo per la prima volta di partecipare ad un concerto di Bruce ed ho trovato qualche anche se lontana similitudine. Nel concerto di Springsteen, che normalmente dura tra le 3 e mezza e le 4 ore, al centro non c’è la pop star , ma la storia di un popolo che Bruce reinterpreta , persone non vincenti che vivono tutta la drammaticità di una sconfitta , di una fatica , di una durezza che la vita porta , ma che non possono rinunciare alla fame di vita che hanno e che su questo si fanno compagnia . In questa condivisone c’è una pietà ultima che rigenera , che fa recuperare la dignità irriducibile del proprio desiderio e il senso di una strada da compiere e di un destino da raggiungere . La musica diventa allora, come di dice Bruce nella sua recente autobiografia, ” un balsamo , una finestra sui lati più misteriosi della vita” . La musica di Springsteen non una è istintività , ma il recupero paziente e laborioso di una tradizione che si attualizza rispetto al vissuto contemporaneo nella consapevolezza che ciascuno ha una chiamata a cui rispondere . Nell’evento di ieri è riaccaduto in qualche modo questo, un gruppo di persone disparate che si sono ritrovate e hanno ricondiviso questo sguardo di pietà sul proprio fragile essere, il riemergere di un desiderio di vivere che non si può fermare e che unisce. Abbiamo conosciuto chi ha partecipato a ben 24 concerti di Bruce raccontandoci che in qualche modo alcune sue canzoni sono state fondamentali per recuperare la sua vita, chi lo segue dal 1975 ascoltando almeno una volta al giorno una sua canzone, sino a quelle giovani ragazze che sapevano tutte a memoria le sue canzoni. Ci ha accompagnato in questo viaggio Diego Mercuri, la sua passione sincera e la sua voce graffiante ed espressiva, una bella esperienza in cui abbiamo condiviso con altri qualcosa di profondamente intimo per continuare ad essere all’altezza di questo desiderio profondo che ci domina e per cui vale la pena vivere. Magari non ci si conosce, ma quando si parla di ciò che ci costituisce intimamente è come se ci fossimo conosciuti da sempre. Alla prossima!

 Massimo Valentini

 

IMG_20170319_184822

 

 

IMG_20170319_200006

©2020 Fondazione San Giacomo della Marca